Terremoti nel sud Italia

Mappa storica dei terremoti – fonte NGV

In Italia si sente spesso, in televisione, alla radio o sui giornali, di scosse di terremoto che hanno colpito una zona interna, soprattutto in montagna. Pochi sanno che frequentemente sono colpite le coste a sud dell’Italia, come ad esempio la Campania e la Calabria, e proprio quest’ultima è la regione più a rischio. Recentemente (2016, ndr) una scossa di magnitudo 4.3 è stata registrata ad una profondità di 270 chilometri, con epicentro tra Maratea e Sapri, entrambe nel Golfo di Policastro: fortunatamente sono stati in pochi ad avvertire la scossa di terremoto e non ci sono stati danni a persone o edifici. Un altra scossa di 2.7 ha interessato Sapri; è da notare che questi due terremoti sono avvenuti a distanza di poco tempo uno dall’altro.

Leggi tutto “Terremoti nel sud Italia”

Policastro e le sue devastazioni

Policastro, che fa parte del Golfo di Policastro insieme a Sapri, Maratea e Marina di Camerota, ha origini molto antiche. Ciò è ben evidente osservando i resti delle mura di cinta, che mostrano le varie epoche di costruzione. Sono presenti infatti varie recinzioni, classificate in base alla pietre da cui sono formate.
Tra queste ricordiamo la prima, detta megalitica o ciclopica, che è formata da blocchi irregolari risalenti probabilmente ad epoca enotra o lucana; la seconda, detta greco-arcaica, che risale al periodo in cui Policastro era una colonia greca e la terza, che presenta dei blocchi di pietra dalla forma romboidale. Il nome originario era Bussento. Leggi tutto “Policastro e le sue devastazioni”

La rosa pestana e la Campania Felix

Forse non molti sanno che anche qui nella “Campania Felix” ,più di 2000 anni fa, avevamo una nostra rosa. Ebbene sì , molto tempo fa nell’antica Roma nei pressi di Paestum (Poseidonia per i Greci), tra i fantastici templi, gli abitanti pestani si adoperavano per incrociare una bellissima rosa antica (di cui ancora non sappiamo con certezza la specie) con uno scialbo rovo comune. Leggi tutto “La rosa pestana e la Campania Felix”

Luoghi d’otium

Perché visitare il Golfo di Policastro?
La risposta non ha bisogno di essere cercata a lungo! Basta infatti osservare il Golfo in foto o in cartolina che a chiunque viene la voglia di fare le valigie e partire, per avere la possibilità di vivere in prima persona quello che ha da offrire: clima mite, panorama e mare mozzafiato. E’ la meta perfetta per chi ama rilassarsi in luoghi paradisiaci, ma non solo; il Golfo di Policastro infatti è ricco di storia ed è pronto a raccontarla agli appassionati che vogliono ascoltarla ed è anche pronto a mostrare i segni lasciati dalle antiche popolazioni agli amanti di archeologia. Leggi tutto “Luoghi d’otium”

Flashback

Il progetto da me proposto, “La macchina del Tempo”, è volto a favorire la “ ri-scoperta” dei dimenticati borghi antichi delle piccole realtà dell’area meridionale della Campania, al fine di suscitare, attraverso le arti, l’interesse degli individui verso tale problematica e, allo stesso tempo, promuovere le “ bellezze d’altri tempi” dei vari territori negligentemente abbandonate nell’oblio.
Leggi tutto “Flashback”

In un mare di cultura

Sapri vista da Santa Croce

Nel bel mezzo della costa mediterranea nella regione Campania al confine con le regioni Basilicata e Calabria si estende una distesa di acqua che prende il nome di Golfo di Policastro, dove il mare si fonde con la vegetazione della macchia e dove la cultura dei popoli caratterizza ogni angolo del golfo. Un ambiente circoscritto di bellezze artistiche e contenente un’abbondanza di acqua. Leggi tutto “In un mare di cultura”

“Il folle volo” del teatro

È stato inaugurato a Policastro Bussentino, lo scorso aprile (anno 2016, ndr), il “Tempio del popolo”, il nuovo cineteatro del Golfo di Policastro.

Cineteatro Tempio del Popolo

Ha un nome “parlante”, emblematico, questo cineteatro. Sulla “carta d’identità” del vocabolo “tempio” leggiamo: “luogo sacro, degno di venerazione o simbolo di nobili ideali”. Questo “Tempio”, dunque, è il luogo custode di un’eterea dimensione di sacralità dove il popolo si riunisce per coltivare i suoi nobili ideali. Leggi tutto ““Il folle volo” del teatro”